Come si prende la pillola

Come si prende la pillola?

 

Deve essere assunta ogni giorno circa alla stessa ora con una piccola quantita’ di liquido se necessario, e nel caso pillole bi- o trifasiche, nell’ordine in cui si presentano nella confezione blister. Per le monobasiche, cioò la stragrande maggioranza delle pillole in uso (Mercilon, Yasmine, Fedra, Securgin, Loette, ecc) non è importante e se vi sbagliate non succede niente.

 

Generalmente è’ necessario assumere una compressa al giorno per 21 giorni consecutivi. L’assunzione della confezione successiva va ripresa dopo un intervallo di sette giorni, durante i quali generalmente si verifica un sanguinamento da sospensione. Generalmente questa pseudometruazione si presenta a 2-3 giorni di distanza dall’assunzione dell’ultima compressa e puo’ essere ancora presente all’inizio della confezione successiva.

 

Esistono però alcune pillole (Minesse, Arianna,Yaz, ecc) in cui la confezione prevede 24 pillole di un colore (quelle realmente efficaci) e 4 di un colore diverso (placebo). Per non creare confusione poiché in questo caso la pausa è di 4 gg (e non di 7 come avviene per la maggior parte delle pillole) hanno preferito inserire nel blister 4 cp placebo (cioè prive di efficacia) che potete anche saltare.

 

In caso di nessun uso precedente di contraccettivi ormonali (nel mese precedente): la prima compressa deve essere assunta il primo giorno del ciclo naturale (cioe’ il primo giorno della mestruazione).

 

Passaggio da un altro estroprogestinico orale: iniziare ad assumere la nuova pillola il giorno dopo l’intervallo senza trattamento (o dopo l’ultima compressa di placebo del precedente estroprogestinico orale nel caso per es di passaggio da MInesse).

Passaggio da un sistema a base di solo progestinico (per es cerazette) o da un sistema intrauterino a rilascio di progestinico (per es Mirena): si può iniziare ad assumere la pillola in qualsiasi momento se utilizza la pillola a base di solo progestinico (se cambia da un impianto o da Mirena: dal giorno della sua rimozione; da un prodotto per uso iniettabile: dal momento in cui e’ prevista l’iniezione successiva), tuttavia in tutti questi casi la donna deve adottare un metodo contraccettivo supplementare di barriera per i primi 7 giorni.

Dopo un aborto nel primo trimestre di gravidanza:.iniziare ad assumere le compresse immediatamente. In tale caso non e’ necessario alcun metodo contraccettivo supplementare.

Dopo un parto o dopo un aborto nel secondo trimestre di gravidanza: iniziare ad assumere le compresse fra il 21 e il 28 giorno dopo un parto o un aborto nel secondo trimestre di gravidanza. In caso di inizio successivo, la donna deve adottare un metodo contraccettivo supplementare di barriera per i primi 7 giorni. Tuttavia, se la donna ha avuto rapporti sessuali, e’ necessario escludere una gravidanza prima di iniziare ad usare l’estroprogestinico orale, oppure si dovra’ attendere la mestruazione successiva.

Cosa faccio se mi dimentico di assumere una pillola?

Se il ritardo nell’assunzione di una compressa e’ inferiore a 12 ore, la protezione contraccettiva viene mantenuta. La donna deve assumere la compressa appena se ne ricorda e quindi assumere le compresse successive secondo la schema previsto.

Se il ritardo nell’assunzione di una compressa e’ superiore a 12 ore, la protezione contraccettiva puo’ essere ridotta. Nel caso di dimenticanza di una compressa valgono i seguenti principi: l’assunzione delle compresse non deve essere mai interrotta per piu’ di 7 giorni. Sono necessari 7 giorni di assunzione ininterrotta delle compresse per ottenere un’adeguata soppressione dell’asse ipotalamo-ipofisi-ovaio.

 

Di conseguenza, nella pratica quotidiana si consiglia:

1a settimana. E’necessario assumere la compressa dimenticata prima possibile, anche se cio’ significa assumere due compresse nello stesso momento. Quindi si deve continuare ad assumere le compresse regolarmente come previsto. Inoltre per i successivi 7 giorni e’ necessario adottare un metodo contraccettivo di barriera, come un profilattico. Se nei 7 giorni precedenti vi sono stati rapporti sessuali, e’ necessario escludere una gravidanza. Quanto maggiore e’ il numero delle compresse dimenticate e piu’ tale dimenticanza e’ vicina all’intervallo senza trattamento, tanto piu’ elevato sara’ il rischio di una gravidanza.

2a settimana, e’ necessario assumere la compressa dimenticata al piu’ presto possibile, anche se cio’ significa assumere due compresse nello stesso momento. Quindi si deve continuare ad assumere le compresse nel momento previsto. Se le compresse sono state assunte in modo corretto nei 7 giorni precedenti, non e’ necessario adottare altri metodi contraccettivi supplementari. Tuttavia, se si e’ dimenticato di assumere piu’ compresse, e’ necessario adottare metodi contraccettivi supplementari nei 7 giorni seguenti.

3a settimana, il rischio di una ridotta sicurezza e’ maggiore, a causa dell’avvicinarsi dei 7 giorni di intervallo senza trattamento. Tuttavia, modificando lo schema di assunzione delle compresse, si puo’ impedire la riduzione della protezione contraccettiva. Quindi, seguendo una delle seguenti due possibilita’, non e’ necessario adottare misure contraccettive supplementari, a condizione che nei 7 giorni precedenti la prima dimenticanza siano state assunte correttamente tutte le compresse. In caso contrario, e’ necessario seguire la prima delle due opzioni ed adottare anche misure contraccettive supplementari nei 7 giorni seguenti. La paziente deve assumere la compressa dimenticata appena si accorge della dimenticanza, anche se cio’ significa assumere due compresse nello stesso momento. Quindi e’ necessario continuare ad assumere le compresse regolarmente come previsto. La confezione successiva deve essere iniziata immediatamente dopo la fine di quella in uso, cioe’ non deve essere osservata alcuna pausa fra le due confezioni. E’probabile che non si verifichi la mestruazione da sospensione fino al termine della seconda confezione, ma la paziente puo’ presentare spotting o sanguinamento da rottura durante i giorni di trattamento. La paziente puo’ essere consigliata di interrompere l’assunzione delle compresse della confezione in uso. In tale caso essa deve osservare una pausa di 7 giorni, comprensivi dei giorni in cui non sono state assunte le compresse, e successivamente riprendere con una confezione nuova. Se la paziente ha dimenticato di prendere alcune compresse e successivamente non presenta il normale sanguinamento durante l’intervallo fra due cicli di compresse, deve essere considerata la possibilita’ di una gravidanza.

Nel caso di vomito o diarrea entro 3-4 ore dall’assunzione di una compressa e’ necessario assumere una nuova compressa (sostitutiva) al piu’ presto possibile. Se possibile, la nuova compressa deve essere assunta entro le 12 ore dalla consueta ora di assunzione. Se sono trascorse piu’ di 12 ore, si applicano le stesse istruzioni relative all’omissione di alcune compresse.

Mi viene il ciclo proprio quando sono in vacanza, cosa posso fare?

(Come spostare una mestruazione da sospensione).

 

Per ritardare una mestruazione la paziente deve continuare ad assumere le compresse prelevandole da un’altra confezione senza interruzioni. Il ritardo puo’ essere esteso secondo la volontà della paziente fino alla fine della seconda confezione di compresse. Durante tale assunzione prolungata, la paziente puo’ presentare sanguinamenti da rottura o spotting. Per spostare la mestruazione ad un altro giorno della settimana rispetto al giorno previsto in base allo schema della paziente, si puo’ abbreviare l’intervallo senza trattamento per i giorni desiderati, ma si potranno verificare sanguinamenti da rottura o spotting durante l’assunzione della confezione successiva